GLI ITALIANI AL RISTORANTE: IL 58% SCAPPA DAI LOCALI RUMOROSI. LA CORREZIONE ACUSTICA È FONDAMENTALE, FACILE E SENZA INTERVENTI INVASIVI CON ISOLMANT. A CONFERMARLO ANCHE LO CHEF STELLATO ANDREA FENOGLIO DI MERANO (BZ).

Una ricerca di Doxa per Groupon evidenzia come la corretta acustica di un esercizio pubblico possa aumentare il numero di clienti. Un “ingrediente” facile da ottenere con IsolSpace Style, la gamma studiata ad hoc da Isolmant, come dimostrano due progetti realizzati in Trentino Alto Adige tra cui la nuova pizzeria dello chef una Stella Michelin Andrea Fenoglio.

Gli italiani al ristorante escono in media 6 volte al mese, per stare con gli amici e rilassarsi. Il comfort è una delle priorità e per questo il 58% degli italiani si innervosisce per il rumore nel locale. Questi sono alcuni dati che emergono dalla ricerca di Doxa commissionata da Groupon in occasione dell’evento Chef Awards (maggiori info sulla ricerca di Doxa: www.doxa.it/italiani-al-ristorante-doxa-groupon-2017/).

L’acustica è quindi un aspetto da non trascurare per assicurare il comfort che i clienti si aspettano all’interno dei locali pubblici e dei ristoranti. I dati emersi dall’indagine Doxa provano, infatti, che la corretta acustica di un esercizio pubblico aumenta il numero di clienti, favorendone la frequentazione, il comfort e la permanenza. Secondo il sondaggio concedersi un pasto fuori casa rappresenta per molte persone un’occasione per staccare la spina e vivere momenti piacevoli in famiglia e con gli amici.

SCARICA QUI LE IMMAGINI AD ALTA RISOLUZIONE

Confermano questi dati anche quei ristoratori che – nell’ottica di un’experience multisensoriale, che è enogastronomica ma anche e soprattutto di comfort – hanno deciso di prestare moltissima attenzione ai dettagli tra cui anche l’acustica, come racconta lo chef stellato Andrea Fenoglio, proprietario anche del ristorante-pizzeria 357 a Merano (BZ): «Dalle altezze dei tavoli alle sedute più confortevoli, dalla texture dei tovagliati agli arredi; l’esperienza globale in uno dei nostri locali non si limita solo al gusto, che resta la priorità, ma va oltre abbracciando anche il concetto di comfort ambientale e l’acustica è uno degli aspetti essenziali. In pochi si rendono effettivamente conto del disagio creato dal riverbero all’interno di una stanza e quando si esce da un ristorante non acusticamente curato si ha la percezione di un disturbo diffuso e di sottofondo che ha accompagnato la nostra permanenza rendendola poco piacevole». Per questo lo chef stellato ha scelto di affidarsi all’esperienza e al know-how di Tecnasfalti Isolmant per un intervento di correzione acustica su misura.

La correzione acustica di un locale, come bar o ristoranti, va studiata in funzione non solo dall’ambiente e dello stile del locale ma anche del tipo di clientela come precisa Fenoglio: «Il 357 di Merano è un locale pensato per essere vissuto in modo conviviale, un luogo confortevole ma anche famigliare e “caldo”; per questo durante il sopralluogo con i tecnici Isolmant e lo studio dell’intervento con il punto vendita TopHaus di Bolzano, si è fatta molta attenzione a non eliminare del tutto la percezione dei rumori cercando di creare un comfort acustico non asettico o freddo. Siamo riusciti a modulare i paramenti e il livello di correzione acustica più adatto per ambiente silenzioso ma non troppo formale, un giusto comfort acustico senza quella sensazione di “ovattato” che può creare una sorta di disagio o imbarazzo ai nostri ospiti».

Della stessa opinione anche Alessandro Dietre titolare del locale Tipico di Trento: «È assolutamente vero che una delle cose che più infastidisce i clienti è proprio il rumore; il comfort acustico è molto importante anche se sono ancora pochi i ristoratori che hanno sviluppato un’attenta sensibilità verso questo tema intervenendo prontamente per porre rimedio a eventuali problematiche acustiche».

Il Tipico di Trento, locale nel centro storico della città con formula ristorante e food market, è stato inaugurato a gennaio 2018. Il locale, con capienza di 70 posti, è guidato dal patron Alessandro Dietre già titolare del ristorante Loto di via Gocciadoro e del bar Plan di largo Carducci, tutti nel capoluogo trentino. «Abbiamo scelto di curare con particolare riguardo l’acustica degli ambienti e abbiamo quindi scelto i pannelli IsolSpace Style di Isolmant per eliminare fastidiosi riverberi negli ambienti e favorire l’assorbimento delle onde sonore per evitare la propagazione dei rumori ai piani superiori, senza però dover modificare lo stile del locale» racconta il proprietario.

Grazie a Isolmant è possibile aumentare le prestazioni fonoassorbenti dei locali pubblici senza dover ricorrere a interventi di ristrutturazione invasiva. La gamma IsolSpace Style di Isolmant consente, infatti, di correggere acusticamente gli ambienti grazie a un pannello in fibre di poliestere ISOLFIBTEC STL a densità differenziata lungo lo spessore che offre un miglioramento in particolare delle frequenze medio alte come quelle della voce umana, studiato appositamente per ottenere performance eccellenti mantenendo un basso spessore e un peso contenuto.

Per il 357 di Merano i lavori di correzione acustica con i prodotti Isolmant hanno riguardato tutte le tre sale. Sono stati posati 29 pannelli di IsolSpace Style Black&White in formato circolare con diametro 85 cm diametro e spessore di soli 4 cm. Come racconta Andrea Fenoglio, che ha seguito personalmente i lavori: «Nella sala l’intervento è stato importante, per via della pavimentazione in piastrelle e delle ampie vetrate ma anche della presenza del bancone bar, il cui riverbero costante di tazzine e bicchieri è persistente». La versatilità della gamma IsolSpace Style ha permesso di coniugare l’eliminazione del riverbero acustico all’estetica, per una grande libertà di progettazione e un intervento customizzato. Due sono le versioni dei pannelli applicati nel 357 di Merano: 20 pannelli in colore bianco e 9 con sfondo nero e finitura bianca mimetizzati perfettamente nello stile minimal del locale. Anche le salette più piccole hanno subito accorgimenti in chiave di correzione acustica: nella seconda saletta con pavimento in legno e pareti vetrate si è intervenuto in modo meno profondo ma comunque strategico, mentre nella terza saletta l’intervento è stato importante.

Anche per il Tipico di Trento è stata scelta la gamma Style Black&White, ma nella versione rettangolare nera, posata a soffitto utilizzando sistemi di pendinatura inseriti nella gamma di accessori IsolSpace. «La scelta è stata sia tecnica sia estetica, una soluzione perfettamente in linea con l’arredamento e lo stile del locale, frutto della consulenza tecnica di Isolmant che ha collaborato in modo efficace con la progettazione» conferma Dietre.

Comfort ma anche sostenibilità: come la scelta delle materie prime è importante in cucina anche in edilizia è fondamentale la scelta di materiali “green”. I pannelli della gamma IsolSpace sono interamente realizzati in un tessile tecnico di poliestere riciclabile al 100% e proveniente per oltre il 70%, da materiale di riciclo post consumo. Le fibre di poliestere ISOLFIBTEC, di cui sono composti i pannelli, sono totalmente atossiche e anallergiche; idrorepellenti e imputrescibili, non rilasciano polveri, e sono naturalmente inattaccabile da muffe, acari o batteri, essendo termo legate non presentano nella loro composizione leganti fenolici o con formaldeide. Un aspetto molto apprezzato dai committenti trattandosi di prodotti inseriti in ambienti dedicati al servizio food&beverage.

La gamma di IsolSpace Style è composta da tre linee, oltre a Style Black&White completano la gamma Style Original con ventaglio praticamente infinito di personalizzazioni sia nel colore della fibra (a scelta bianca o nera) sia sulla superficie a vista con stampe, foto (proprie o da catalogo) e tinte unite (tutti i colori Pantone); disponibile sia nei formati standard (rettangolari e circolari) sia in formati fuori standard completamente tailor made. E infine Style Collection, con finiture superficiali già stampate che danno origine a vere e proprie collezioni di oggetti di design, secondo le tendenze del momento, disponibile nei formati standard rettangolari e su fibra bianca.

«La corretta acustica di un ristorante o di un locale può aumentare il numero di clienti, favorendo la frequentazione – conclude Marta Casiraghi, responsabile marketing Isolmant – e grazie a IsolSpace Style è possibile correggere acusticamente gli ambienti senza ricorrere a interventi invasivi di ristrutturazione, le tre diverse linee di prodotto offrono infinite personalizzazioni anche in formati tailor made che possono contenere elementi di illuminazione: questo perché la produzione è artigianale e 100% made in Italy».

La posa di IsolSpace Style è studiata di caso in caso dei tecnici per garantire la massima facilità e il minimo tempo necessario. Quattro le opzioni di posa: a velcro (parete), a cornice (parete), a colla (parete e soffitto), in sospensione (a isola o a baffle).

L’applicazione dei pannelli IsolSpace Style Black&White, a soffitto e in aderenza nel caso del 357 di Merano, è stata studiata per garantire massima facilità di posa e minor durata dei lavori.

Un intervento a regola d’arte con grande soddisfazione da parte della proprietà che ne ha lodato la rapidità ma anche l’economicità: «Volevamo intervenire nel modo opportuno ma solo con misure strettamente necessarie senza esagerare e così è stato – racconta Fenoglio –. Isolmant in poche mosse ha totalmente cambiato il comfort acustico del nostro locale, per noi era fondamentale dosare l’intervento in base al tipo di clientela e ci siamo riusciti, infatti anche in un momento di massima affluenza (circa di 200 persone) si è subita percepita l’enorme differenza post intervento acustico e molti clienti hanno notato e sottolineato il maggiore comfort».

 

Posted on 24 luglio 2018 in comunicati stampa, Isolmant

Share the Story

Back to Top